SANATORIA 2012 in sintesi

Gallery

SANATORIA 2012

1)    CHI?

 a. DATORI DI LAVORO

  • Cittadini italiani, comunitari o stranieri in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o cittadini stranieri familiari di un cittadino comunitario;
  • Limiti reddito minimo (Non dovranno dimostrare un reddito sufficiente i datori di lavoro che regolarizzeranno un assistente alla persona);
  • In caso di presentazione da parte di un datore di lavoro di più domande per più lavoratori, la congruità della capacità economica sarà valutata dalla direzione territoriale del lavoro ai sensi dell’art. 8 DPR 394/99.

 NON possono presentare la domanda di sanatoria i datori di lavoro che

  • Hanno ricevuto una condanna, anche con sentenza non definitiva, per i seguenti reati:

–       favoreggiamento dell’immigrazione clandestina (da o verso l’Italia), favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, reclutamento di minori da impiegare in attività illecite;

–       impiego di manodopera straniera priva di permesso di soggiorno e intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro ai sensi dell’articolo 603-bis del codice penale;

  • In passato non hanno regolarizzato la posizione di lavoratori stranieri una volta presentata la domanda per l’ingresso di un cittadino straniero per motivi di lavoro subordinato o una domanda di emersione (sanatoria).

b. CITTADINI STRANIERI

  • Cittadini extracomunitari (irregolari) impiegati in modo irregolare. L’impiego deve essere full-time e non a tempo parziale, ad eccezione di colf e badanti che dichiarino un part-time di 20 ore settimanali;
  • Cittadini extracomunitari presenti nel territorio italiano ininterrottamente dal 31 dicembre 2011;

NON possono presentare la domanda di sanatoria i cittadini stranieri che

  • Sono stati espulsi dall’Italia o da uno stato dell’area Schengen per motivi di sicurezza e di ordine pubblico (le espulsioni fatte solo perché non si era in possesso del permesso di soggiorno non impediscono fare la sanatoria);
  • Sono stati condannati, anche con patteggiamento, per uno dei reati dell’articolo 380 del codice penale (p.es. violenza sessuale, rapina, reati concernenti sostanze stupefacenti etc.).

2)    COSA?

 Il rapporto di lavoro deve essere in corso da almeno il 9 maggio 2012. L’impiego deve essere a tempo pieno ad eccezione del lavoro domestico (minimo 20 ore settimanali). Lo stipendio non deve essere inferiore a quello prevista nel contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento e non inferiore al minimo previsto per l’assegno sociale; infine non è previsto avere più di un datore di lavoro, ovvero la domanda può essere presentata da un solo datore di lavoro.

3)    COME?

Le domande si presentano on line dal 15 settembre al 15 ottobre 2012. Prima di presentare la domanda dovrà essere pagato il contributo di euro 1.000 (a carico del datore di lavoro) tramite il modello F24. In seguito datore di lavoro e il lavoratore saranno convocati insieme presso lo Sportello Unico per la sottoscrizione del contratto di soggiorno dove verranno verificati la documentazione, i requisiti di entrambe le parti e l’avvenuto versamento dei contributi dovuti per almeno sei mesi (relativi ai mesi precedenti la presentazione della domanda) e i contributi relativi ai mesi successivi alla presentazione della domanda fino alla data di convocazione.

4)    QUANDO?

Le domande si presentano on line dal 15 settembre al 15 ottobre 2012.

A cura di Spazio Mondo Migranti – NABAD ONLUS

 Via Oberdan n° 2, 20015 Parabiago (MI)

N° Telefono: 3934896194, E-mail: spaziomondimigranti@gmail.com

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s